Giovani e immigrazione

Giovani e immigrazione

Nella terza serata organizzata dalla Diocesi sul tema dell’immigrazione nell’ambito dell’iniziativa «Dialoghi di Vita Buona. Milano metropoli europea 2015-2016» ci si è interrogati sul tema delle paure, del loro perché e delle soluzioni immaginabili.

Presso il Piccolo Teatro Studio Melato, alla presenza del cardinale Scola, Cristina Pasqualini, sociologa dell’Università Cattolica tra gli autori del Rapporto Giovani ha commentato i dati della ricerca sul tema della immigrazione:  ben il 70% dei 18-32enni ritiene che gli immigrati siano troppi, dimostrando al contempo una sostanziale ignoranza della questione: basti pensare che oltre il 22% sottostima la cifra complessiva (4,9 milioni), il 16%, la sovrastima e il 15,5 non sa. Eppure, di fronte a un 60% che ritiene l’Italia più insicura per la presenza dei migranti, il 64% si dichiara in qualche modo accogliente. Cifre complesse da interpretare, da cui emerge tuttavia la sostanziale sfiducia reciproca (il 32% dei non national si dice diffidente verso il Paese ospitante, il 21% è apertamente ostile).

Dialoghi di Vita Buona_Presentazione