Pontefici

Pontefici

L’Istituto Giuseppe Toniolo nelle parole dei Pontefici

Benedetto XVI

“Ecco la grande sfida, che riguarda in primo luogo il gruppo dirigente dell’Ateneo, il Corpo docente, e quindi gli stessi studenti: dar vita ad un’autentica Università cattolica, che eccella per la qualità della ricerca e dell’insegnamento e al tempo stesso per la fedeltà al Vangelo e al magistero della Chiesa. A tale proposito, è provvidenziale che l’Università Cattolica del Sacro Cuore sia strutturalmente legata alla Santa Sede attraverso l’Istituto Toniolo di Studi Superiori, il cui compito era ed è di garantire il perseguimento dei fini istituzionali dell’Ateneo dei cattolici italiani. Questa impostazione originaria, sempre confermata dai miei Predecessori, assicura in modo collegiale un saldo ancoraggio dell’Università alla Cattedra di Pietro e al patrimonio di valori lasciato in eredità dai Fondatori”.

(Dal discorso di inaugurazione dell’a.a. 2005-2006 all’Università Cattolica, Roma, 25 novembre 2005)

Giovanni Paolo II

“I miei venerati Predecessori hanno sempre manifestato profonda stima per l’Istituto Toniolo, il cui compito è di garantire che l’Università dei Cattolici Italiani resti sempre fedele al suo duplice fine statutario: la ricerca scientifica illuminata dalla fede e la preparazione di qualificati professionisti cristiani, i quali operino in piena sintonia con il Magistero della Chiesa e nel rispetto di una legittima pluralità di vedute nell’ambito scientifico. (…) Nell’esprimere vivo apprezzamento per l’impegno coerente con cui l’Istituto Toniolo, anche in momenti di particolare difficoltà, ha saputo mantenere inalterati i principi ispiratori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, servendo efficacemente la causa della cultura e del Vangelo nel mondo accademico italiano, auspico che, nella fedeltà alla sua grande tradizione, esso possa rispondere alle sfide del nuovo Millennio, congiungendo piena adesione al Magistero della Chiesa, rigore scientifico e lungimirante iniziativa”.

(Dal messaggio in occasione dell’80° anniversario di fondazione dell’Istituto Giuseppe Toniolo, 24 giugno 2000.)

Paolo VI

“Ci piace sottolineare la funzione quanto mai attuale e importante dell’Istituto, che raccolse gli aneliti dei cattolici italiani per la costituzione di una loro Università libera, contribuendo a fare di essa un centro irradiante di cultura cristiana, vale a dire completa, universalistica, rispettosa di ogni valore umano. (…) E a questa stessa Università vogliamo riattestare il nostro incoraggiamento per il ruolo importante che svolge e deve svolgere in seno alla comunità cattolica italiana: essa infatti è stata voluta e sostenuta dai Romani Pontefici, avvalorata dai meriti cospicui di grandi anime, e appoggiata dall’oscuro e notevolissimo sacrificio dei fedeli”.

(Dalla lettera al Vescovo Carlo Colombo, presidente per dieci anni dell’Istituto Giuseppe Toniolo, 19 dicembre 1973.)

Francesco

“Non meno che nel passato è urgente investire nella formazione dei giovani che vivono oggi una stagione di incertezza e di precarietà sia dal punto di vista sociale sia sotto il punto di vista religioso, come ampiamente documentato dagli studi condotti attraverso il progetto Rapporto Giovani curato dall’Istituto Toniolo e dall’Università Cattolica. Il prezioso e qualificato servizio offerto dall’Ateneo dei cattolici italiani, fin dalla sua nascita, è sostenuto dalla vicinanza e dal contributo della comunità ecclesiale che dedica ogni anno una Giornata Nazionale per l’Università Cattolica del Sacro Cuore”.

(Dal messaggio in occasione della 92a Giornata per l’Università Cattolica, 10 aprile 2016)