Statuto dell’Università Cattolica

Statuto dell’Università Cattolica

Art. 2 – Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori

1. L’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, quale ente fondatore e promotore dell’Università Cattolica, ne garantisce il perseguimento dei fini istituzionali previsti dal presente statuto.

Art. 14 – Patrimonio e risorse finanziarie

2. L’Università Cattolica utilizza per le attività istituzionali i beni propri e quelli messi a disposizione dall’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, nonché da altri enti e privati. Le modalità di utilizzo dei beni dell’Istituto Giuseppe Toniolo sono disciplinate da convenzioni stipulate con lo stesso Istituto.

Art. 16 – Consiglio di amministrazione

Il Consiglio di amministrazione è composto da diciotto membri:

  • dal Rettore che lo presiede;
  • da dieci membri nominati dall’ente morale Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori;
  • da un rappresentante della Santa Sede;
  • da un rappresentante della Conferenza Episcopale Italiana;
  • da un rappresentante del Governo;
  • da un rappresentante dell’Azione Cattolica Italiana;
  • da tre membri eletti tra i professori di prima fascia, di cui uno della sede di Milano eletto dai professori di prima e seconda fascia della sede di Milano, uno eletto dai professori di prima e seconda fascia delle sedi di Piacenza e Brescia alternativamente tra i professori di prima fascia di Piacenza e Brescia, e uno della sede di Roma eletto dai professori di prima e seconda fascia della sede di Roma. Le relative modalità di votazione sono stabilite dal regolamento generale di Ateneo.