I fondatori

Lo slancio ideale che portò alla fondazione dell’Istituto Toniolo venne perseguito con energia dalle tre figure di Giuseppe Toniolo, Padre Agostino Gemelli e Armida Barelli. La nascita dell’Istituto però non sarebbe stata possibile senza il contributo tenace ad appassionato di una coralità di persone del mondo cattolico, in particolare quelle figure che parteciparono alla riunione del 26 dicembre 1919 nei locali della casa editrice Vita e Pensiero, durante la quale si convenne di dar vita ad un istituto di studi superiori. All’incontro erano presenti oltre a padre Agostino Gemelli e Armida Barelli anche Filippo Meda, avvocato milanese, don Francesco Olgiati, sacerdote della diocesi di Milano molto attivo nel campo della Gioventù cattolica, don Giovanni Rossi, segretario del cardinale Ferrari, Adriano Bernareggi, professore del Seminario di Milano, il notaio Angelo MorettiVirginio Bontadini (Banco di Roma), Lodovico Necchi, amico di gioventù di Gemelli e punto di riferimento importante per la sua conversione, Ernesto Lombardo e l’onorevole Angelo Mauri, una delle personalità più conosciute del movimento cattolico.

Giuseppe Toniolo (1845-1918)

Tra fine ’800 e inizio ’900 è uno dei protagonisti del dibattito sulla libertà di insegnamento e sulla necessità di fondare un istituto universitario per il popolo cattolico. Nel 1899 promuove quella Società Cattolica Italiana per gli Studi Scientifici che con Agostino Gemelli diventerà il seme della futura Università Cattolica. Il primo incontro tra Gemelli e Toniolo avviene nel 1906. Quando, il 6 febbraio 1920, Gemelli con un piccolo gruppo di amici si presenta davanti al notaio per fondare l’Istituto di studi superiori che darà vita all’Università Cattolica, non esita a intitolarlo a chi gli aveva affidato l’immane compito: Giuseppe Toniolo.


Per Approfondire



Scheda Giuseppe Toniolo

Beatificazione Giuseppe Toniolo 

Centenario della morte di Giuseppe Toniolo

Agostino Gemelli (1878-1959)

Il 16 aprile 1919 Padre Gemelli, insieme all’onorevole Filippo Meda, costituisce l’Istituto di Studi Superiori Giuseppe Toniolo che, eretto in ente morale con R.D. 20 giugno 1920 a firma di Benedetto Croce, ministro della Pubblica Istruzione nel governo Giolitti, diventa promotore dell’Università Cattolica. Il 9 febbraio 1921 arriva l’approvazione di Benedetto XV e l’Università Cattolica viene inaugurata il 7 dicembre, con due facoltà: Filosofia e Scienze sociali.

 

Per Approfondire

 

 

Scheda Padre Agostino Gemelli

 

Armida Barelli (1882-1952)

Nasce in una famiglia borghese di Milano. Ha una buona istruzione giovanile, ma come accadeva ai suoi tempi, non frequenta l’Università. Appoggia incondizionatamente il grande progetto di Padre Gemelli di un’Università Cattolica. Sarà un’impresa grandiosa in cui l’intelligenza pratica della Barelli conterà moltissimo. Dal 1918 al 1921 fa parte del Consiglio d’amministrazione dell’Istituto “Giuseppe Toniolo” e del Comitato Promotore per la fondazione dell’Università Cattolica. Parteciperà agli organi direttivi dell’Ateneo fino alla morte.

 

Per Approfondire

 

 

Scheda Armida Barelli