Giornate di Studio “Rosa Del Conte”

Giornate di Studio “Rosa Del Conte”

L’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo (ISIME) e l’Università «Babeş-Bolyai» di Cluj-Napoca, in collaborazione con l’Università Cattolica (Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere e Facoltà di Lettere e Filosofia) e l’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, promuovono due Giornate di Studio in memoria di Rosa Del Conte che avranno per tema: Tradizioni e Istituzioni religiose nello spazio culturale italo-romeno tra Medioevo e prima età moderna, nei giorni 24 e 25 ottobre 2019 presso l’Ateneo del Sacro Cuore in Milano. Le Giornate di Studio costituiscono la terza tappa di un percorso di cooperazione storiografica italo-romena promosso dal prof. Ioan-Aurel Pop, Rettore dell’Università di Cluj e Presidente dell’Accademia Romena, e dal prof. Massimo Miglio, Presidente dell’ISIME, e che ha portato, negli anni passati, alla realizzazione di due importanti iniziative congressuali in Italia e Romania: Storiografia medievistica in Romania. L’ultimo quarto di secolo (Roma-Orte, 19-20 gennaio 2017), Roma 2018 (Nuovi Studi Storici, 112); Convergenze culturali: Umanesimo e spazio romeno (secoli XIV-XVI) (Cluj-Napoca, 23-24 maggio 2018), in corso di stampa.
L’importante tappa di ottobre è inserita nell’ambito delle iniziative scientifiche per celebrare la memoria della grande romenista italiana Rosa Del Conte (1907-2011). L’obiettivo delle Giornate di Studio è quello di indagare – in una prospettiva comparata e transnazionale – i legami, le contiguità, i parallelismi tra la storia religiosa e culturale italiana e quella romena nel periodo che va dal tardo Medioevo ai primi secoli dell’Età Moderna. I temi trattati si preannunciano estremamente ampi: i contatti tra il mondo cattolico italiano e la Transilvania nei secoli XIV e XV e le conseguenze dei concili ecumenici nello spazio transilvano; le istituzioni religiose in Transilvania e Moldavia nel Cinquecento, il diritto civile e canonico nella Transilvania del secolo XV, l’amministrazione della giustizia nella Transilvania settecentesca.

Saluti istituzionali:
Mario Taccolini, Pro Rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore
Angelo Bianchi, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, e Giovanni Gobber, Preside della Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere, Università Cattolica del Sacro Cuore
George Gabriel Bologan, Ambasciatore di Romania nella Repubblica Italiana
Liviu-Petru Zăpîrțan, Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede e il Sovrano Ordine di Malta
Ioan Aurel Pop, Rettore dell’Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Enrico Fusi, Segretario generale dell’Istituto Toniolo di Studi Superiori
Massimo Miglio, Presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo

Interventi:
Marina Montesano, Università degli Studi di Messina
Şerban Turcuş, Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Umberto Longo, «La Sapienza» Università di Roma
Iulian-Mihai Damian, Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Filippo Sedda, Biblioteca San Francesco a Ripa di Roma
Ioan Aurel Pop, Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Adinel Dincă, Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Luisa Valmarin, «La Sapienza» Università di Roma
Ovidiu Ghitta, Università Babeş-Bolyai di Cluj-Napoca
Cesare Alzati, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Programma delle Giornate di Studio