• Home
  • Amici
  • Fra pandemia e sistema internazionale. Una bussola geopolitica e “geocristiana”

Fra pandemia e sistema internazionale. Una bussola geopolitica e “geocristiana”

Share

L’Azione Cattolica della diocesi di Acqui porta avanti da alcuni mesi il ciclo di incontri “ASCOLTANDO PAROLE BUONE: Un tempo condiviso con fratelli e sorelle per l’ascolto di parole di Speranza e Coraggio” e l’appuntamento del 14 febbraio 2021 è stato di grande interesse dentro e fuori il mondo ecclesiale.

Grazie al contributo dell’Associazione Amici dell’Università Cattolica e dell’Istituto Toniolo, per tramite del nuovo delegato diocesano Emanuele Rapetti, è stato possibile contattare e ottenere la disponibilità del prof. Riccardo Redaelli, docente di ‘Geopolitica’ e di ‘Storia e istituzioni dell’Asia’ presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica di Milano e direttore del Centro di Ricerche sul Sistema Sud e il Mediterraneo Allargato, nonché opinionista del quotidiano Avvenire.

Gli adulti dell’Azione Cattolica diocesana, alla luce degli incontri avvenuti finora hanno espresso l’interesse di avere uno sguardo più ampio sul problema “pandemia ed i suoi effetti” e hanno cercato un relatore che desse un respiro geopolitico e globale al tema. Al prof. Redaelli è stato chiesto un contributo per provare a capire cosa la pandemia ha accelerato/inibito/stravolto a livello mondiale e quali sono le implicazioni per noi europei mediterranei e italiani.

Dato il rilievo del tema e del relatore, si è allargato il bacino dei promotori ad alcune associazioni e realtà diocesane – laiche ed ecclesiali – che hanno una sensibilità più aperta verso una lettura “internazionale” (per vocazione o attenzione) e al giornale diocesano L’Ancora.

Locandina

Materiali video/audio e slide dell’incontro

Articolo e intervista pubblicati su L’Ancora (14 marzo 2021)

Next Up