Il Monastero di Camaldoli ospita la mostra su Armida Barelli

Dal 30 luglio al 28 agosto 2022 sarà possibile visitare la mostra a pannelli dedicata ad Armida Barelli presso il Monastero di Camaldoli, in diocesi di Arezzo-Cortona-S.Sepolcro. Fondato nel 980 dal conte ravennate Maldolo, residente ad Arezzo, venne donato a San Romualdo, originario di Ravenna, che vi riunì alcuni discepoli e diede vita ad uno dei più importanti cenacoli di vita monastica della cristianità, sede ufficiale ancora oggi della congregazione dei Camaldolesi. Sorto per completare l’Eremo, che sorge qualche chilometro più in alto, il Monastero si è ingrandito via via nel corso dei secoli e continua ad essere la sede prestigiosa di un centro religioso e culturale di notevole importanza, molto attivo. 

La tappa di Camaldoli conclude il tour della mostra in Toscana. Grazie alla collaborazione con i gruppi diocesani di Azione Cattolica e con il supporto dell’Opera per la Gioventù Giorgio La Pira, centinaia di persone hanno potuto conoscere Armida Barelli o approfondire la sua biografia. Soprattutto centinaia di giovani frequentanti i Campi estivi hanno potuto incontrare una testimone del secolo scorso ancora molto attuale nelle prospettive di bene e del laicato.

Locandina

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Altre News che potrebbero interessarti

A Fano la mostra su Armida Barelli

In occasione della prima memoria liturgica di Armida Barelli (19 novembre) e della festa dell’adesione all’Azione Cattolica (8 dicembre), nei corridoi del Centro Pastorale Diocesano di Fano